ANDAF

Magazine

ANDAF Magazine n.2-2021

 

Carissimi lettrici e lettori,

scrivo questo mio editoriale alla conclusione del primo trimestre di un anno, il 2021, che tutti ci auguriamo possa davvero portare con sé quelle importanti novità tanto attese da tempo in tutto il mondo. Il primo pensiero

non può che essere riferito alla possibilità di sconfiggere questa terribile pandemia da Covid-19 – grazie alle campagne vaccinali ormai avviate – che tanti pesanti, tragici effetti ha causato, e causa tuttora a livello globale, sulle persone e sul contesto sociale ed economico. Un anno che ha già proposto avvenimenti di grande rilievo in termini di potenziali e positive discontinuità: pensiamo all’elezione del nuovo Presidente americano dopo una lunga, conflittuale e da ultimo anche drammatica campagna elettorale, con l’avvio ad un significativo cambia-mento nella politica degli USA; e ancora di recente al va-ro in casa nostra del Governo Draghi, salutato coralmente in questo momento storico senza precedenti come una preziosa opportunità per il futuro e per la ripresa non solo dell’Italia ma dell’Europa intera.

Guardando più da vicino al nostro nuovo Governo, la dichiarazione programmatica del neo incaricato Presidente del Consiglio dei Ministri ha richiamato tutti alla responsabilità nazionale per salvaguardare la salute e la vita de-gli italiani, uniti dal dovere comune nella lotta contro un nemico invisibile e insidioso che da tempo ci costringe ad una logorante “guerra di trincea”. Queste parole rievoca-no alla mente eventi drammatici che purtroppo non sono mancati nella storia dell’umanità, anche più cruenti, ma che ci ricordano come ad ogni crisi segua sempre un’ opportunità di cambiamento, crescita e sviluppo.

Risposte rapide ed efficaci all’emergenza dovranno andare dunque di pari passo, grazie anche all’imperdibile opportunità rappresentata dalle ingenti risorse finanziarie che arriveranno dall’UE attraverso il canale straordinario del Recovery Plan, alle riforme per la ripresa – anzi potremmo dire per la rinascita – del Paese in campo economico, sociale, ma anche educativo e culturale, passando inevitabilmente dalla capacità di fronteggiare definitivamente questa nuova, delicata fase della pandemia, gestendo al meglio il piano vaccinale ultimo varato dal Governo. Nell’editoriale del numero di Aprile 2020 del nostro Magazine, mi interrogavo sulle prospettive all’orizzonte e sul-la durata dell’onda lunga della pandemia appena manifestatasi. Oggi, dopo un anno, siamo più consapevoli che la strada davanti a noi è ancora lunga (anche se il cammino inizierà ad essere in leggera discesa con l’aumentare del-la popolazione vaccinata) e forse la “nuova normalità” con cui dovremo imparare a convivere sarà un never normal, o next normal, basato su un equilibrio dinamico e in continua trasformazione: dovremo saper variare prospettiva rapidamente e ciò richiederà, a noi e alle nostre aziende, gran-di capacità nell’essere flessibili e resilienti, pronti costantemente a saper cambiare mentalità e approccio al business. Un cambiamento che andrà inevitabilmente supportato accrescendo conoscenze e competenze, per rimanere competitivi. Ora più che mai è necessario quindi ripensare le organizzazioni aziendali alla luce dell’esperienza maturata durante questa pandemia e puntare su innovazione tecnologica, su investimenti in nuove risorse infrastruttura-li, materiali e immateriali, e soprattutto sul capitale umano e sulla sua formazione continua.

Per questo crediamo sempre più all’importanza dei nostri pro-getti di formazione che continuiamo a rinnovare investendo tante energie: ANDAF Education, gli storici Master di II li-vello in partnership con varie Università italiane, i nostri Fo-rum tecnici (mi piace a tal proposito segnalare che l’ultimo Forum Bilancio, realizzato lo scorso 3 marzo in live streaming come sempre insieme alla Scuola di formazione IPSOA, ha avuto la presenza di più di 2000 partecipanti in collega-mento!), come garanzia di una formazione professionale per il CFO ora fruibile a distanza e senza vincoli di orario grazie alle tecnologie digitali e, “ultimo ma non ultimo”, il per-corso intrapreso – e ormai giunto a conclusione – per la certificazione UNI della nostra professione. A tutto ciò da quest’anno si unisce il primo programma di Mentoring ANDAF, con l’obiettivo di sviluppare le competenze soft e trasversa-li della futura generazione di CFO e attrarla verso ANDAF attingendo all’esperienza e alla passione di Mentor scelti tra CFO e Senior Finance Manager nostri associati. Quali dunque le nuove sfide che si prospettano per le nostre imprese e per il Paese? Come trasformare la crisi in opportunità? Abbiamo cercato di dare risposte a questi inter-rogativi in una interessante conversazione, che troverete in apertura di questo numero di ANDAF Magazine, con una personalità di grandissimo spessore e competenza, il Prof. Enrico Giovannini, attuale Ministro per le infrastrutture e la mobilità sostenibili, che ringraziamo per la sua generosa e preziosa disponibilità, offerta ad ANDAF prima della ancora recente nomina istituzionale.

Molti altri i contributi di interesse in questo numero della Rivista trimestrale ANDAF. Fra di essi, presentiamo la CFO Declaration promossa e realizzata dallo IAFEI Technical Committee, che per l’occasione ha dato vita a un gruppo di lavoro composto da professionalità di rilievo di 15 Paesi, co-sì come l’analisi del ruolo sempre più determinante della digitalizzazione e delle tecnologie emergenti a supporto del-la gestione del rischio finanziario. Un approfondimento è de-dicato alla tecnologia digitale blockchain in ambito fiscale, e non poteva poi mancare un focus sulla legislazione emergenziale Covid-19 in aiuto alle aziende. Ci siamo interroga-ti, infine, sulla dimensione femminile nell’ambito AFC e abbiamo dedicato un Paper digitale al Modello 231/2001, qua-le strumento indispensabile per gestire l’emergenza sanita-ria nell’ottica della responsabilità delle imprese.

Da ultimo è doveroso sottolineare da parte mia che, proprio in queste settimane, l’Associazione sta lavorando per rinnovare i propri Organi di Governo e Controllo per il triennio 2021-2023 e che (avendo deciso di non ricandidarmi all’interno del Consiglio Direttivo per contribuire, dopo tanti anni in ruoli diversi al vertice associativo, a dare il giusto spazio e il sano ricambio che, da sempre, garantisce in ANDAF il rinnovamento necessario a progredire e crescere) questo sarà conseguentemente il mio ultimo edito-riale nel ruolo di Presidente dell’Associazione, che ovvia-mente continuerò comunque a vivere dall’interno con immutata passione e disponibilità al prezioso scambio professionale e sociale che da sempre arricchisce i suoi Soci. Ringrazio dunque di cuore tutti voi per l’attenzione nel leggere in questi anni i miei scritti d’apertura, così come la Segreteria di redazione della rivista e tutti gli autori, dai primi agli ultimi, per il loro eccellente, storico contributo da sempre offerto nel collaborare con ANDAF Magazine. Concludo, quindi, rivolgendo un caro e sentito augurio di Buona Pasqua di Resurrezione a tutti, nell’auspicio che nei prossimi mesi si possa uscire realmente dalle attuali difficoltà, per poter tornare presto a vivere momenti migliori, come persone e come manager e professionisti, rinnovando così il piacere dell’incontro, anche fisico, fra noi!

Roberto Mannozzi

 

Leggi Tutto

Il documento correlato è riservato ai Soci ANDAF, per consultarlo si prega di effettuare il Login